Subcategories

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Posted By: alexov85
Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)
DVD5(custom) | Italian | PAL 4:3 | 720x576 | ~6232 kbps | LinearPCM | 2 ch | 1536 kbps | Subs: English + Russian | 3.55 GB
Art-house, Drama

A man returns to visit his native Sicily after living in New York for a long time. He learns about the Sicilian way of life from stylized conversations with an orange picker, his fellow train passengers, his mother, and a knife-sharpener.

E’ un viaggio di ritorno quello compiuto da Silvestro, un viaggio che, in un rigore estremo, assoluto, intransigente, si libera di ogni concessione descrittiva, di ogni sovrastruttura narrativa ed estetica per dar voce al bisogno di cambiamento, di libertà, per riflettere sul presente e sull’oppressione che schiaccia chi lo attraversa, per restituire la vita nella sua profondità, nella sua dimensione arcaica ed essenziale. Danièle Huillet e Jean-Marie Straub si appropriano del testo di Elio Vittorini, Conversazione in Sicilia, isolandone quattro momenti, l’arrivo in Sicilia di Silvestro, che seduto immobile, sempre di spalle, parla con un venditore di arance che nessuno vuole più comprare; il suo viaggio in treno, scandito dal dialogo tra due poliziotti fascisti, da un paesaggio che scorre muto oltre il finestrino, dall’incapacità del personaggio del Gran Lombardo di accettare l’inerzia morale che lo circonda e di condividere il supino abbandonarsi all’oppressione e all’esclusione; l’incontro di Silvestro con la madre e, attraverso il loro dialogo, il composto, compatto e intimo fluire dell’emozione, della dolcezza crudele della memoria, dove il passato, che pur soltanto evocato, prende corpo, vita e movimento e s’infiltra nel presente fino a trasfigurarlo; e, infine, la sequenza dell’incontro nella piazza del paese tra Silvestro e l’Arrotino nella quale esplodono la necessità di agire, gridata, come dice Jean-Marie sicilia!Straub, «da un bordo di un precipizio invisibile», e la densità piena della rabbia, dell'impotenza e anche dell'umanità di chi non può più affilare armi per combattere. Nel bianco e nero duro, violento, contrastato, che estranea, ferisce i corpi e infonde movimento alla loro superficie immobile, i personaggi di Sicilia! sono presenze statiche che danno voce al testo svuotando l’intonazione da ogni partecipazione emotiva e diventano cassa di risonanza della parola depurata, che ritorna alla sua forma essenziale, ad essere suono. Le pause ritmiche e la voce distaccata, assente, che come una cantilena scorre attraverso i corpi, liberano l’atto del guardare dall’imposizione della partecipazione emotiva, dalla necessità dell’identificazione. L’immagine austera, rigidamente misurata, non è addomesticata, svilita, tradita, ma finalmente riconsegnata nella sua semplicità, nella sua purezza e, come afferma Danièle Huillet, «non racconta null’altro che quello che si vede, che è all’interno di un altro racconto». Straub e Huillet rendono di nuovo possibile la comunicazione grazie ad un processo di sottrazione che non è impoverimento, ma liberazione, dove ogni elemento rappresentato diventa necessario, un processo che nella sua radicale immediatezza, nella sua essenzialità intensa, solenne, grave, fuori dal tempo, evoca, senza alcuna imposizione coercitiva, una terra, un mondo, e ribadisce l’urgenza di un cinema liberato dal compromesso, un cinema che può essere ancora rivoluzionario.

IMDB info 7.1/10 from 255 users
Stars: Gianni Buscarino, Angela Nugara and Vittorio Vigneri
Production land: Italy | France | Switzerland
Run time: ~65 min

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)

Sicilia! - by Danièle Huillet, Jean-Marie Straub (1998)