Subcategories

Mario Pincherle, "Gli Archetipi: Gli atomi di pensiero"

Posted By: TimMa
Mario Pincherle, "Gli Archetipi: Gli atomi di pensiero"

Mario Pincherle, "Gli Archetipi: Gli atomi di pensiero"
Filelfo | 1985 | ISBN: N/A | Italian | PDF | 120 pages | 17.5 MB

Archetipi: ne aveva già parlato Socrate a Platone definendoli “i mattoni del pensiero”, oltre lo spazio e il tempo, immagini eterne e viventi.

Ma altri saggi dell’antichità come Abramo, Akhenaton o Pitagora se ne occuparono nel corso della loro vita, così come anche nella nostra storia recente ci sono stati esempi di noti studiosi come F. Myers, D. Diringer, C.G. Jung che hanno cercato di dipanare l’intricata matassa che porta alla soluzione del mistero cosmico ad essi correlato.

Studioso trasversale di numerose discipline, Mario Pincherle fa finalmente il punto della situazione rispetto ad un tema essenziale per l’evoluzione della pericolante umanità contemporanea. L’autore ci mostra in questo nuovo libro un panorama avvincente della storia degli Archetipi, del loro uso nell’antichità e di quello che ne può fare l’uomo nuovo per liberarsi dall’illusione del “male”.

Gli Archetipi sono i ventidue strumenti con i quali Dio ha “progettato e dipinto l’universo”: sono “funzioni” basilari della vita che vanno ad intersecare suoni, lettere, colori, disegni, pensieri e azioni.

Ogni aspetto creativo dell’universo è semplificabile a tal punto da corrispondere a una delle innumerevoli combinazioni di questi segni sacri. Nell’antichità, gli Archetipi erano conosciuti e usati, su di essi furono costruiti i primi linguaggi; anche Socrate e Platone erano consapevoli della loro esistenza ed erano in grado di usarli, ottenendo così una comprensione profonda dei fatti della vita.

Finché non capirà il significato degli Archetipi, l’uomo sarà dualista, in perenne lotta fra il bene e il male. “Col pensiero dialettico non si è risolto nessun problema, ma, uscendo dalle forme e osservando il proprio pensiero e i suoi Archetipi, l’uomo sta per scoprire di avere la stessa matrice universale da cui sono nati tutti gli esseri viventi e da cui è uscito l’intero cosmo. Il piccolo uomo comincia a scoprire il Grande Uomo, quello che non ha confini. E ne sente la voce”. La stessa che hanno sentito e trasmesso tutti i pionieri degli Archetipi.
Mario Pincherle, grande archeologo, poeta e attento studioso dell'uomo, riesce a comunicare con estrema semplicità le più straordinarie scoperte, sfatando grandi falsi storici e rivelando i misteri dell'antichità. A lui si devono fondamentali scoperte all'interno del Tempio del Sole, la grande piramide d'Egitto. Fra i suoi libri ricordiamo: il Best Seller "Il Quinto Vangelo - Il Vangelo di Tommaso" tratto dai manoscritti del Nilo, il più straordinario documento della nostra Era è rimasto per diciannove secoli sotterrato e inaccessibile; Il Gesù proibito; Il Mosè proibito; Oro granulato; La Grande Piramide e lo Zed; Enoch - il primo libro del mondo (tutti pubblicati da Macro Edizioni).