Divorzio all'Italiana (1961)

Posted By: edi1967
Divorzio all'Italiana (1961)

Divorzio all'Italiana (1961)
Divorce Italian Style - Divorce à l'italienne
A Film by Pietro Germi
DVD9 | VIDEO_TS | ISO | PAL | 1.85:1 | 16:9 | 720x576 | 01:40:46 | 5% recovery | 7.23 GB
Languages Available: Italian 1.0 / 5.1 AC3 | Subtitle: Italian, English, French
Extra: Scene Selection, Menù, Featurette and Curiosity, Casting, Documentary, Photo Gallery
Genre: Comedy, Drama | Won 1 Oscar. Another 9 wins & 9 nominations

Nell'ipotetica città siciliana di Agramonte (Ispica) vive il barone Ferdinando Cefalù, detto Fefè (Marcello Mastroianni). L'uomo è coniugato da dodici anni con l'assillante Rosalia (Daniela Rocca), una donna ormai bruttina ma ardente d'amore per lui. Nel frattempo, è innamorato della propria cugina, la sedicenne Angela (Stefania Sandrelli). La legge italiana non ammette il divorzio, ma è ancora previsto il delitto d'onore, un caso di omicidio punito con pena più mite e molto frequente in Sicilia. Fefè tenta allora disperatamente di trovare alla moglie un amante, per poterli sorprendere insieme, ucciderli, usufruire del beneficio del motivo d'onore e - scontata la lieve pena - sposare finalmente l'amata.

IMDB Rating: 8.1/10

Divorzio all'Italiana (1961)

Non ci riesce, ma la sorte gli viene incontro. In seguito a un litigio con il marito, Rosalia, sentendosi abbandonata, cerca conforto in Carmelo Patanè (Leopoldo Trieste), un suo vecchio spasimante creduto morto in guerra e poi tornato. Fefè, venuto a sapere della vecchia relazione, favorisce gli incontri e spia i potenziali adulteri. Finché un giorno scopre che si sono finalmente dati appuntamento, in occasione dell'arrivo in città del film La dolce vita, che richiama tutto il paese. Il barone va al cinema, ma nel mezzo della proiezione rincasa allo scopo di sorprendere gli amanti. Questi, però, anziché consumare il tradimento fuggono. Venuta a mancare la flagranza, che avrebbe giustificato lo stato d'ira preteso dalla norma sul delitto d'onore, Fefè si finge malato e incapace di reagire.

Divorzio all'Italiana (1961)

Si attira così il disprezzo di tutti i concittadini, intenzionalmente, per creare condizioni di disonore sufficienti a giustificare lo stesso il suo gesto. Nel frattempo lo zio Calogero (Ugo Torrente), padre di Angela, muore d'infarto scoprendo casualmente la tresca della figlia con il nipote. Al funerale fa la sua apparizione Immacolata, moglie di Patanè, che umilia pubblicamente Ferdinando, sputandogli in faccia. Grazie a don Ciccio Matara, boss locale, il barone viene a conoscenza del luogo dove sono nascosti i fuggiaschi. Giunto sul posto, trova Immacolata che ha già vendicato il suo onore uccidendo il marito. Non gli resta allora che fare altrettanto con Rosalia. Condannato a tre anni di carcere, sconta una pena inferiore beneficiando di un'amnistia, e torna infine in paese dove finalmente sposa la bella Angela. Ma, dopo pochi mesi, in viaggio di nozze qualcosa (o meglio qualcuno) mette già in dubbio la felicità dell'unione. Nella scena finale infatti, Angela sdraiata sul ponte di una barca bacia il neo marito Fefè, mentre con un piede carezza quello del giovane timoniere.

Divorzio all'Italiana (1961)

Divorzio all'italiana è un film del 1961 diretto da Pietro Germi. Presentato in concorso al Festival di Cannes 1962, vinse il premio come miglior commedia, e ottenne anche tre nomination all'Oscar vincendo la statuetta per la miglior sceneggiatura originale.
È il film con il quale Pietro Germi, dagli accenti più drammatici e populisti dei suoi primi film, passa a sorpresa alla commedia e alla satira.

Divorzio all'Italiana (1961)

Con un classico schema da commedia all'italiana, Germi adatta e trasforma il romanzo drammatico di Giovanni Arpino Un delitto d’onore in un ironico e godibilissimo ritratto della mentalità e delle pulsioni di una certa Sicilia di provincia, soprattutto prendendo di mira con un sarcasmo a volte feroce due situazioni di arretratezza legislativa dell'Italia dell'epoca: la mancanza di una legge sul divorzio (che arriverà solo nel 1970), e soprattutto l'anacronistico articolo 587 del codice penale che regolava il delitto d'onore, che verrà abolito soltanto venti anni dopo.

Divorzio all'Italiana (1961)

Ne scaturisce una commedia graffiante e gustosa, retta magistralmente da un insuperabile Marcello Mastroianni, da comprimari di ottimo livello, come Leopoldo Trieste e Daniela Rocca, imbruttita sino ad essere irriconoscibile, e da una giovane Stefania Sandrelli, che grazie a questo film avrà grande notorietà. Certamente da considerare uno dei migliori film di sempre nel filone della commedia all'italiana, costituirà un modello per molti altri film che negli anni successivi tenteranno di ritrarre ironicamente la mentalità e i costumi dell'Italia meridionale.

Divorzio all'Italiana (1961)

.: English :.
An entertaining ensemble comedy about the extremes one man goes to circumvent Italian divorce laws, Divorce - Italian Style (Divorzio all'italiana, 1961) was a big hit in Italy as well as on the American art house circuit. Americans were undoubtedly drawn to the scandalous nature and then-steamy sexuality of its script, as well as to its thickly-lacquered Sicilian atmosphere - this is an Italian film full of exaggerated if funny Italian stereotypes. Criterion's supplements work to put the film into sociopolitical context, an important component of the film's and its director's reputation in Italy, but one generally lost on non-Italians.

Divorzio all'Italiana (1961)

Fernando "Fefe" Cefalu (Marcello Mastroianni) is an idle, bored baron of a minor-league family dynasty in the Sicilian town of Agramonte. He shares the decaying family estate with his wife of 12 years, Rosalia (Daniela Rocca); his sister, Agnese (Angela Cardile), often in the throws of passion with boyfriend Rossario (Lando Buzzanca); his dirty old man of a father, Don Gaetano (Odoardo Spadaro), and others.

Divorzio all'Italiana (1961)

Though his wife is undeniably sweet, affectionate, and doting, she's also become something of a grotesque, what with her mustache and long, single eyebrow. Fernando, meanwhile, has fallen passionately, obsessively in love with his 16-year-old first cousin, Angela (Stefania Sandrelli), a blonde newly home after several years at the Convent of the Seven Sorrows. When he discovers that she's in love with him, too, Fernando brews an elaborate plot to set-up his wife with a former lover, painter Carmelo (Leopoldo Trieste). Certain to eventually catch them in a compromising position, Fernando plans to murder his wife, spend a few years in prison, then emerge to marry his beloved Angela.

Divorzio all'Italiana (1961)

.: French :.
Ferdinando Cefalu, un noble sicilien, est amoureux de sa jeune cousine, Angela. Mais il est marié à Rosalia, une femme insupportable, et le divorce est illégal en Italie… Plein de ressources, Ferdinando concocte donc un “divorce à l’italienne” : pousser sa femme dans les bras d’un amant, surprendre l’infidèle en pleine action et commettre un crime passionnel qui n’entraîne qu’un minimum de peine de prison… Signée Pietro Germi, cette comédie satirique et cynique qui égratigne les mœurs transalpines est un petit bijou du cinéma italien. Le cinéaste explore l’hypocrisie du meurtre passionnel comme succédané au divorce juridique, pratique interdite en Italie pour des causes essentiellement religieuses. Ici bien sûr la religion porte le masque de l’honneur et du respect familial quand derrière les buissons les pulsions qui animent tout être humain s’épanchent sans vergogne. Marcello Mastroianni est tout simplement impayable en baron un peu niais caricaturé par son tic à la lèvre. C'est bien simple, dans cette petite merveille de 48 ans d'âge qu'est "Divorce à l'italienne", tout le monde s'amuse, des vedettes aux accessoiristes, des macchinos aux scénaristes, des producteurs au réalisateur, l'incomparable Pietro Germi.

Extra Features:

• Photogallery
• Interviews
♦ Featurette and Curiosity
• Casting
• Documentary

From Wikipedia


General
Complete name : E:\VIDEO_TS\VTS_01_0.IFO
Format : DVD Video
Format profile : Program
File size : 70.0 KiB
Duration : 1h 40mn
Overall bit rate mode : Variable
Overall bit rate : 95 bps

Video
ID : 224 (0xE0)
Format : MPEG Video
Format version : Version 2
Duration : 1h 40mn
Bit rate mode : Variable
Width : 720 pixels
Height : 576 pixels
Display aspect ratio : 16:9
Frame rate : 25.000 fps
Standard : PAL
Compression mode : Lossy

Audio #1
ID : 128 (0x80)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Duration : 1h 40mn
Channel(s) : 1 channel
Sampling rate : 48.0 KHz
Compression mode : Lossy
Language : Italian

Audio #2
ID : 129 (0x81)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Duration : 1h 40mn
Channel(s) : 6 channels
Sampling rate : 48.0 KHz
Compression mode : Lossy
Language : Italian

Text #1
ID : 32 (0x20)
Format : RLE
Format/Info : Run-length encoding
Bit depth : 2 bits
Language : Italian

Text #2
ID : 34 (0x22)
Format : RLE
Format/Info : Run-length encoding
Bit depth : 2 bits
Language : English

Text #3
ID : 36 (0x24)
Format : RLE
Format/Info : Run-length encoding
Bit depth : 2 bits
Language : French



TITOLO ORIGINALE: Divorzio all'Italiana
REGIA: Pietro Germi
SCENEGGIATURA: Alfredo Giannetti, Ennio De Concini, Pietro Germi
ATTORI: Marcello Mastroianni, Daniela Rocca, Stefania Sandrelli, Leopoldo Trieste, Umberto Spadaro, Angela Cardile, Margherita Girelli, Lando Buzzanca, Pietro Tordi, Laura Tomiselli, Ugo Torrente, Antonio Acqua, Renzo Marignano, Saro Arcidiacono, Bianca Castagnetta, Ignazio Roberto Daidone, Daniela Igliozzi, Giovanni Fassiolo, Edy Nogara
Ruoli ed Interpreti

FOTOGRAFIA: Carlo Di Palma, Leonida Barboni
MONTAGGIO: Roberto Cinquini
MUSICHE: Carlo Rustichelli
PRODUZIONE: FRANCO CRISTALDI PER LA VIDES CINEMATOGRAFICA, LUX FILM, GALATEA
DISTRIBUZIONE: LUX FILM - RICORDI VIDEO, NUOVA ERI, VIVIVIDEO, PANARECORD, GRUPPO EDITORIALE BRAMANTE, L'UNITA' VIDEO (CINECITTA')
PAESE: Italia 1961
GENERE: Commedia, Drammatico
DURATA: 101 Min
FORMATO: B/N
NOTE:
- DIREZIONE DELLE MUSICHE: PIER LUIGI URBINI.- PREMIO PER LA MIGLIOR "COMMEDIA" AL XV FESTIVAL DI CANNES.- NASTRO D'ARGENTO PER MIGLIOR SOGGETTO ORIGINALE E MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA (MARCELLO MASTROIANNI).- PREMIO OSCAR 1963 PER MIGLIOR SOGGETTO E MIGLIORE SCENEGGIATURA.- NEL FILM E' INSERITA UNA BREVE SEQUENZA DI "LA DOLCE VITA", DI FEDERICO FELLINI, CON ANITA EKBERG E LA VOCE DI ADRIANO CELENTANO.


Recovery Volumes (.rev)

Recovery volumes or .rev files are special files which can be created by WinRAR/RAR and allow you to reconstruct missing and damaged files in a volume set. They can
only be used with multi-volume archives.

This feature may be useful for backups or, for example, when you post a multivolume archive to a newsgroup and some of the subscribers did not receive some files. Reposting recovery volumes instead of usual volumes may reduce the total number of files to repost.

Each recovery volume is able to reconstruct one missing RAR volume. For example, if you have 30 volumes and 3 recovery volumes, you are able to reconstruct any 3 missing volumes. If the number of .rev files is less than a number of missing volumes, reconstructing is impossible. The total number of usual and recovery volumes must not exceed 255 and the number of recovery volumes must be less than the number of RAR volumes.

WinRAR reconstructs missing and damaged volumes either when clicking on .rev file, or when using rc command or automatically, if it cannot locate the next volume and finds the required number of .rev files when unpacking.

You may use the "Recovery volumes" option in the Archive name and parameters dialog or a similar option also appears in the Protect archive command to create recovery volumes. In the command line mode you may do it with -rv switch or rv command.

Original copies of damaged volumes are renamed to *.bad before reconstruction. For example, volname.part03.rar will be renamed to volname.part03.rar.bad.

From Win-rar.com


Click HERE for others Movies in DVD format


Please DO NOT MIRROR

If you'll find that my links are dead please let me know through the Private Messages.

>>> Visit My Blog Here <<<

Subscribe to My Newsletter!

Divorzio all'Italiana (1961)